CORSO ECM: "FOCUS SUL RUOLO PROFESSIONALE DELL'INFERMIERE"

02/05/2019

Corso ECM: " Focus sul ruolo professionale dell'infermiere"

Il seminario formativo si pone quale focus sul ruolo dell’infermiere nei suoi risvolti collegati alle così dette Soft Skills (competenze trasversali), la cui presa di consapevolezza e sviluppo sottendono ad un approccio di qualità del saper essere professionista sanitario che guida e gestisce positive relazioni terapeutiche con i pazienti e relazioni professionali con i membri dell’organizzazione in cui è inserito (responsabili, colleghi, collaboratori ecc.).

Il Corso vede come relatrici le dott.sse Forresu, Atzori e Campu, Psicologhe del lavoro e delle organizzazioni. Verrano erogati 4,9 Crediti ECM

PER ISCRIZIONI UTILIZZARE IL SEGUENTE LINK: 

https://www.infoconcorso.it/eventi-ecm/opi-ss14maggio2019/

 


Elenco altre comunicazioni

Corso ECM "LA RICERCA INFERMIERISTICA E L'ASSISTENZA BASATA SULLE EVIDENZE"

23/05/2019

Abbiamo piacere di presentarvi il terzo evento formativo dell'anno 2019 organizzato dall'OPI Sassari dal titolo: "La ricerca infermieristica e l'assistenza basata sulle evidenze". In riferimento all'evoluzione della professione infermieristica è necessario declinare termini quali la Responsabilità e la Ricerca. Gli attuali riferimenti normativi in campo politico sociale, teoretico e della prassi si devono tradurre in un ampio spettro di conoscenze che devono incorporare la ricerca nell'attività assistenziale quotidiana. Lo scopo della ricerca infermieristica è quello di sviluppare conoscenze specifiche per la risoluzione dei problemi e il miglioramento dell'assistenza al paziente, ai suoi familiari, alla comunità e agli stessi infermieri. Attraverso la ricerca si ha il mezzo per valutare l'efficacia dei metodi assistenziali, favorendo il miglioramento qualitativo dell'assistenza individuale o di comunità, sia essa preventiva, curativa, palliativa e riabilitativa. Obiettivi generali: - Promuovere una cultura infermieristica consapevole dell'importanza in ambito assistenziale, nel quale si opera, di fondare il proprio operato su evidenze scientifiche. Obiettivi specifici: - Favorire un lessico comune, in tema di ricerca, - Aumentare le conoscenze sul percorso di studi in ambito della ricerca, - Dare gli strumenti per capire quali siano le fonti scientifiche affidabili e quali non, - Dare conoscenze su assistenza basata su evidenze (EBN). Relatori: Dott. Gianluca Pucciarelli: PhD, Dipartimento di Biomedicina e Prevenzione, Università degli Studi di Roma Tor Vergata. Dott.ssa Daniela Pistidda: Docente presso il Corso di Laure Magistrale in Scienze Infermieristiche ed Ostetriche dell'Università di Sassari, esperta in EBN.

leggi tutto

COMUNICAZIONE IMPORTANTE: ASSEMBLEA DEGLI ISCRITTI

21/05/2019

Si informano i gentili iscritti che per via di alcuni ritardi nella lavorazione della spedizione, da imputare al nostro partner tecnologico, è possibile che la convocazione per l'assemblea degli iscritti possa arrivare in leggero ritardo. Pertanto, di seguito la convocazione per l'assemblea assemblea annuale, rivolta a tutti gli iscritti OPI Sassari

leggi tutto

GIORNATA INTERNAZIONALE DELL'INFERMIERE 12 MAGGIO 2019

09/05/2019

In occasione della festa internazionale dell'infermiere del 12 Maggio, l'Ordine delle Professioni Infermieristiche di Sassari congiuntamente con il Cives Sassari ODV organizza una giornata di sensibilizzazione e educazione sanitaria alla cittadinanza presso la rotonda di Platamona. La giornata vedrà protagonisti i cittadini che potranno cimentarsi in attività di disostruzione delle vie aeree nel neonato, bambino e adulto, riconoscimento precoce di segni di arresto cardiaco e iniziali fasi di RCP, rilevamento parametri vitali e tanto altro. In questa giornata che celebra gli infermieri, il nostro servizio va proprio al cittadino, fulcro della nostra professione ogni giorno. La giornata si svolgerà a partire dalle 10 del mattino fino alle 18 e si rende possibile grazie al contributo attivo del Comando dei Vigili del Fuoco di Sassari che metteranno a disposizione la loro tenda pneumatica. L' Associazione Cives ODV ( Cordinamento Infermieri Volontari Emergenza Sanitaria ) nasce a Novembre 2018 a Sassari per volontà dell' Ordine delle Professioni Infermieristiche ed è attualmente l'unica associazione di infermieri di Protezione Civile della Sardegna. Cives Nazionale esiste da circa vent'anni e vede protagonisti gli infermieri accanto ai cittadini nelle catastrofi e calamità naturali in Italia e all'estero. La mission di Cives Sassari attualmente è l'educazione alla salute del cittadino ed è per questo che si organizzano corsi in vari ambiti, come la disostruzione delle vie aeree, bls, igiene, educazione alimentare, stili di vita salutari, sono solo alcuni dei corsi di formazione che Cives Sassari propone cercando di abbracciare la popolazione ad iniziare dai più piccoli tramite le scuole materne fino ad arrivare ai nonni nei circoli ricreativi. La neonata associazione promuoverà massima divulgazione di argomenti di educazione alla salute perché, come dice il nostro slogan in questa giornata che ci vede protagonisti, "la sanità non funziona senza infermieri".

leggi tutto

IL NUOVO CODICE DEONTOLOGICO DEGLI INFERMIERI

17/04/2019

Dopo dieci anni dalla versione del 2009, il Codice si rinnova integrato con tutto ciò che riguarda leggi, regolamenti, situazioni che si sono succedute negli anni e, soprattutto, nuove responsabilità nel passaggio da Collegi a Ordini, ora enti sussidiari dello Stato con la modifica di ruoli, responsabilità e capacità di intervento. Il Codice deontologico degli infermieri non è una semplice enunciazione di regole: è il vero e proprio vademecum della professione, come questa deve svolgersi, come deve affrontare e risolvere i problemi, come deve rapportarsi con i pazienti, i colleghi, le istituzioni, le altre professioni. Come la professione sia a fianco di chi soffre e ha bisogno di assistenza e sia divisa dalla politica.

leggi tutto

Chiusura Iscrizioni corso ECM del 12 Aprile "Una demenza dimenticata: scoprire e assistere l'Alzheimer"

03/04/2019

leggi tutto

Una demenza dimenticata: scoprire e assistere l'Alzheimer

25/03/2019

Nuovo corso ECM dell'OPI Sassari rivolto a 200 infermieri in regola con il pagamento della quota annuale. 4,9 Crediti ECM 12 Aprile 2019 dalle ore 09.00 alle ore 17.30 - Hotel Grazia Deledda per iscrizioni utilizzare il link: https://infoconcorso.it/eventi-ecm/ss12aprile2019/

leggi tutto

OPI Sassari sui Social

05/03/2019

L'Ordine delle Professioni Infermieristiche di Sassari cerca di essere più vicino a tutti voi con i nostri nuovi canali social. Facebook - Instagram e Twitter per rimanere sempre aggiornati sulle attività del nostro Ordine e sulle attività della FNOPI a livello Nazionale

leggi tutto

Nota in risposta al Coordinamento Regionale HSC

17/02/2019

L’ Ordine delle Professioni Infermieristiche intende esprimere il proprio dissenso nei confronti delle accuse mosse verso i professionisti infermieri che ogni giorno operano all’interno dell’Azienda Ospedaliero Universitaria di Sassari e, più in generale, in ogni ambito lavorativo.. (...) in allegato la nota originale.

leggi tutto

Corso ECM: Il nuovo contratto di lavoro del comparto sanità - Slide corso in allegato

12/12/2018

Due distinte edizioni del corso del giurista Luca Benci sulle novità normative sul contratto di lavoro del comparto sanità. 4,9 CREDITI ECM. Il Giurista Luca Benci, direttore dal 1998 al 2004 della rivista di diritto delle professioni sanitarie. Autore di pubblicazioni e numerosi articoli sul diritto sanitario. Svolge attività di consulenza e docenza presso Aziende ospedaliere, società, ordini e Università. Il nuovo contratto del comparto sanità: le nuove norme sull'orario di lavoro e le deroghe; la nuova disciplina degli istituti di punta disponibilità, del riposo settimanale, dei permessi retribuiti e dei permessi 104; la nuova regolamentazione delle assenze per malattia; le nuove norme sulle carriere professionali e organizzative: la disciplina degli incarichi di funzione, gli incarichi professionali di esperto specialista e rinnovo. Gli incarichi di coordinamento e posizione organizzativa, contenuto, durata, rinnovo. 17 dicembre Olbia - Geovillage 18 dicembre Sassari - Hotel Grazia Deledda In allegato le slide del Dott. Benci.

leggi tutto

L'infermiere nell'emergenza. Nuova realtà CIVES a Sassari

22/10/2018

leggi tutto

Corso ECM - Lo stato dell'arte della Professione Infermieristica - 2,8 crediti ECM

27/09/2018

Sono aperte le iscrizioni per il Convegno ECM sullo "Stato dell'Arte della Professione Infermieristica". Utilizzare il link: https://www.infoconcorso.it/eventi-ecm/ss20ott2018 L'evento è aperto ad un massimo di 200 infermieri iscritti all'Ordine ed in regola con i pagamenti delle quote annuali. Potranno partecipare anche gli studenti del Corso di Laurea in Infermieristica per un numero massimo di 30.

leggi tutto

Chiusura estiva segreteria

06/08/2018

Informiamo i gentil iscritti che la Segreteria sarà chiusa per ferie estive dal 13 al 31 Agosto. Riapriremo regolarmente il 3 Settembre. Auguriamo a Voi e ai Vostri cari una buona Estate!!

leggi tutto

Convocazione Assemblea annuale OPI Sassari

20/07/2018

E' convocata l'Assemblea annuale degli iscritti all'Ordine Professioni Infermieristiche di Sassari in data 7 agosto alle h 16.00 presso la Sala Consiliare dell'Ordine Professioni Infermieristiche di Sassari in Viale Italia 53/b

leggi tutto

Malattie Neuromuscolari - Convegno accreditato ECM

11/06/2018

La manifestazione ed il convegno che si svolgerà in data 07/07/2018 ha come tematiche le problematiche dei pazienti affetti da S.L.A. (sclerosi laterale amiotrofica) e sclerosi multipla, Il fine è la formazione degli operatori sanitari coinvolti nell'assistenza di queste patologie a livello ospedaliero e domiciliare, la sensibilizzazione e la raccolta fondi da devolvere interamente in beneficenza. LA GIORNATA INIZIERÀ ALLE H. 8:00 PRESSO IL TEATRO DI ITTIRI via San Francesco 1 CON UN CONVEGNO ACCREDITATO DALL’ORDINE DEGLI INFERMIERI CON CREDITI E.C.M. e potranno chiederne l'accreditamento anche Assistenti sociali e Medici ai quali verrà rilasciato attestato di partecipazione; Il convengo sarà suddiviso in due parti: • Nella prima parte interverranno diverse figure mediche ed infermieristiche, che spiegheranno i percorsi che le persone affette da queste patologie devono affrontare, dal momento della diagnosi, con l’intervento di un neurologo, al momento del ritorno a casa, da qui l’intervento di rianimatori e infermieri di rianimazione e anestesia, all’attivazione del servizio A.D.I.,da parte degli assistenti sociali, con l’intervento del personale infermieristico del territorio, si affronterà inoltre la tematiche riguardanti le cure palliative e l’aspetto psicologico di persone assistite e familiari. • Nella seconda parte ci sarà una tavola rotonda ,nella quale si darà voce proprio alle persone assistite e ai familiari, che potranno testimoniare le loro difficoltà nell’incontrare queste patologie e la convivenza con esse e nel gestire tutta la burocrazia che c’è intorno. Un momento di confronto molto importante soprattutto per guidare alcune famiglie che da poco hanno intrapreso questo difficile cammino. Il convegno terminerà intorno alle h: 14:00 , al termine, l'OPI Sassari informa che il programma della giornata di sensibilizzazione si sposterà ai giardini pubblici di Ittiri con il coinvolgimento di varie associazioni. • H:14:00 pranzo solidale • H:16:00: intrattenimento dei bambini da parte dell’ associazione scout , trucca-bimbi, associazioni sportive, associazione il sorriso di ittiri e associazione kitesurfing di sassari • H: 17:00 balli e canti della tradizione ittirese, gruppo folk di ittiri San Pietro e ittiri Cannedu , al termine delle esibizioni i due gruppi folk ci guideranno in un “ballu tundu” solidale da fare tutti insieme , un mix di folklore e associazioni di ittiri che hanno creduto in questa manifestazione e lo dimostreranno ulteriormente accompagnandosi mano nella mano in questa giornata di solidarietà; • H: 18:30 inizio musica dal vivo con un gruppo di canzoni della tradizione sassare; • Durante la serata ci saranno anche diversi momenti di intrattenimento e animazione da parte dei Tressardi che apriranno alle 16 i momenti di intrattenimento; • a seguire esibizione del gruppi Area51, i Tremendi e Ombre di orme • tutta la manifestazione verrà accompagnata da intrattenimento musicale gestito da Dj Nicola che continuerà anche dopo l’esibizione dei gruppi L'evento è aperto a massimo 200 partecipanti. Sarà possibile iscriversi compilando apposito form on line raggiungibile attraverso un link pubblicato sui sito dell'OPI SASSARI O.P.I. Sassari o nell'evento della pagina Facebook dell'Ordine.Per qualsiasi informazione contattare la segreteria al numero 0709533241 http://www.infoconcorso.it/eventi-ecm/ss07lug2018/index.php

leggi tutto

Giornata Nazionale dell'Infermiere - 12 Maggio 2018

02/05/2018

Siamo lieti di invitarvi al Festival degli Infermieri il 12 Maggio alle h 21.00 presso il Teatro Comunale di Sassari. La serata, che celebra la festa Nazionale degli Infermieri, vedrà sul palco numerosi ospiti. L'intero ricavato della serata sarà devoluto per l'acquisto di un pulmino per il trasporto dei bambini della casa famiglia di Sassari. Vi aspettiamo numerosi

leggi tutto

L'ordine delle Professioni Infermieristiche

28/03/2018

Nuovo Corso dell'OPI di Sassari per affrontare la tematica della conversione dei vecchi Collegi Provinciali in Ordini. Vista la recente normativa e la grande modifica a livello Nazionale e Provinciale, abbiamo con noi 3 illustri esperti di ordinistica: * Annalisa Silvestro: infermiera, già Senatrice e membro della Commissione Parlamentare Sanità , ha impiegato tutte le sue forse affinché questo disegno di Legge divenisse attuativo. Past Presiden della Federazione Nazionale OPI * Luigi Pais de Mori: infermiere legale e forense, fondatore del primo studio forense infermieristico d'Italia, Presidente dell'Ordine Professioni Infermieristiche di Belluno. * Giuseppe Croari: avvocato, esperto di diritto dell'informatica, legale dell'Ordine Professioni Infermieristiche di Bologna

leggi tutto

Comunicato Stampa OPI Sassari

28/03/2018

L'ordine degli infermieri di Sassari, nell'espletamento della proprie funzioni istituzionali, a seguito delle diverse segnalazioni pervenute, intende prendere posizione pubblica, esprimendo vicinanza ai colleghi sul tema del demansionamento infermieristico. La figura dell'infermiere con DM 739/94 è individuato come responsabile dell'assistenza generale infermieristica, cosi come rimarcato dalla recente legge sulla responsabilità professionale. L'infermiere è un professionista laureato che ha accesso ad una carriera accademico - formativa completa, dotato di autonomia decisionale e organizzativa. E' iscritto ad un albo, che con il DDL Lorenzin trasforma la sua natura da Collegio a Ordine. Viene cosi istituita la FNOPI (Federazione Nazionale Ordine delle Professioni Infermieristiche) che ha come compito il decoro e la tutela della professione infermieristica. Uno dei problemi che senza dubbio attanaglia la nostra professione è senza dubbio il demansionamento: la FNOPI individua circa 70.000 unità mancanti e questa diffusa carenza di personale sommata ad una scarsa presenza di figure di supporto, pregiudica che l'infermiere venga distorto dall'assistenza diretta al paziente, per essere impiegato invece in altre attività che non rientrano nel proprio campo d'azione. Come Ordine abbiamo il compito di tutelare la professione infermieristica e non possiamo tollerare alcun tipo di demansionamento. Auspichiamo, rimarchiamo e sottolineiamo con forza la necessità e l'importanza di sopperire alle succitate mancanze. Con la presente intendiamo anche porre un punto di non ritorno ad eventuali aggressioni verbali e diffamatorie tramite i social network. Mai come in questo periodo la nostra figura è stata oggetto di diffamazioni di ogni tipo. Qualora se ne presentasse l'occasione, questo ordine professionale metterà in campo tutte le procedure atte a tutelare i colleghi e il decoro professionale. Il Presidente dell'OPI Sassari Dott. Piero Bulla

leggi tutto

Relazione sul primo CONGRESSO NAZIONALE FNOPI - ROMA 5-6-7 MARZO

13/03/2018

Dal 5 al 7 Marzo si sono svolti i lavori del Primo Congresso Nazionale FNOPI dal titolo "NOI INFERMIERI" Durante le tre giornate ricche di appuntamenti, approfondimento, talk, musica e riflessione , la Presidente Barbara Mangiacavalli ha evidenziato vari aspetti della nostra professione che, insieme agli incontri con il Ministro Lorenzin, il Presidente Melazzini (AIFA), Il Presidente Ricciardi (ISS) e tanti altri, hanno aperto nuovi scenari sulla figura infermieristica. In particolar modo si è discusso ampiamente sulla "prescrizione" infermieristica (in allegato comunicato ufficiale del Presidente Melazzini AIFA), sulla carenza di personale, sul riconoscimento delle competenze avanzate, sul contratto di lavoro e, più in generale, sulle novità normative nel passaggio da Collegi a Ordini. Le giornate sono state arricchite dai vari interventi e relazioni infermieristiche dei colleghi provenienti da tutta Italia. Ricerche infermieristiche che hanno dato molti punti di riflessione e di approfondimento su tematiche di pratica quotidiana. Al fine di ogni giornata appuntamenti di Musica, Teatro ed emozione. I lavori sono conclusi con la mozione finale della Presidente Mangiacavalli (in allegato)

leggi tutto

PAPA FRANCESCO RICEVE 6500 INFERMIERI - IL SUO TOCCANTE DISCORSO

09/03/2018

Di seguito pubblichiamo il discorso del Santo Padre: "Cari fratelli e sorelle, buongiorno! Sono lieto di incontrarvi e, prima di tutto, vorrei esprimervi la mia riconoscenza e la mia stima per il lavoro così prezioso che svolgete verso tante persone e per il bene di tutta la società. Grazie, grazie tante! Rivolgo il mio cordiale saluto alla Presidente e a tutta la Federazione Nazionale Ordini Professioni Infermieristiche, da voi rappresentata quest’oggi. Pur provenendo da una lunga tradizione associativa, tale Federazione può dirsi “neonata” e sta compiendo ora i suoi primi passi. La sua costituzione, confermata da alcuni giorni dal Parlamento italiano, mette meglio in luce il valore delle professioni infermieristiche e garantisce una maggiore valorizzazione della vostra professionalità. Con quasi 450 mila iscritti, formate il più grande ordine professionale italiano, e rappresentate un riferimento anche per altre categorie di professionisti. Il cammino comune che compite vi consente non solo di avere una sola voce e una maggiore forza contrattuale, ma anzitutto di condividere valori e intenti che sono alla base del vostro operato. È davvero insostituibile il ruolo degli infermieri nell’assistenza al malato. Al pari di nessun altro, l’infermiere ha una relazione diretta e continua con i pazienti, se ne prende cura quotidianamente, ascolta le loro necessità ed entra in contatto con il loro stesso corpo, che accudisce. È peculiare l’approccio alla cura che realizzate con la vostra azione, facendovi carico integralmente dei bisogni delle persone, con quella tipica premura che i pazienti vi riconoscono, e che rappresenta una parte fondamentale nel processo di cura e di guarigione. Il Codice deontologico infermieristico internazionale, al quale si ispira anche quello italiano, individua quattro compiti fondamentali della vostra professione: «promuovere la salute, prevenire la malattia, ristabilire la salute e alleviare la sofferenza» (Premessa). Si tratta di funzioni complesse e molteplici, le quali toccano ogni ambito della cura, e che adempite in collaborazione con gli altri professionisti del settore. Il carattere sia curativo che preventivo, riabilitativo e palliativo della vostra azione esige da voi un’elevata professionalità, che richiede specializzazione e aggiornamento, anche per la costante evoluzione delle tecnologie e delle cure. Questa professionalità, però, non si manifesta solo in ambito tecnico, ma anche e forse ancor più nella sfera delle relazioni umane. Stando a contatto con i medici e con i familiari, oltre che con i malati, diventate negli ospedali, nei luoghi di cura e nelle case il crocevia di mille relazioni, che BOLLETTINO N. 0166- 03.03.2018 2 richiedono attenzione, competenza e conforto. Ed è proprio in questa sintesi di capacità tecniche e sensibilità umana che si manifesta in pieno il valore e la preziosità del vostro lavoro. Prendendovi cura di donne e di uomini, di bambini e anziani, in ogni fase della loro vita, dalla nascita alla morte, siete impegnati in un continuo ascolto, teso a comprendere quali siano le esigenze di quel malato, nella fase che sta attraversando. Davanti alla singolarità di ogni situazione, infatti, non è mai abbastanza seguire un protocollo, ma si richiede un continuo – e faticoso! – sforzo di discernimento e di attenzione alla singola persona. Tutto questo fa della vostra professione una vera e propria missione, e di voi degli “esperti in umanità”, chiamati ad assolvere un compito insostituibile di umanizzazione in una società distratta, che troppo spesso lascia ai margini le persone più deboli, interessandosi solo di chi “vale”, o risponde a criteri di efficienza o di guadagno. La sensibilità che acquisite stando ogni giorno a contatto con i pazienti faccia di voi dei promotori della vita e della dignità delle persone. Siate capaci di riconoscere i giusti limiti della tecnica, che non può mai diventare un assoluto e mettere in secondo piano la dignità umana. Siate anche attenti al desiderio, talora inespresso, di spiritualità e di assistenza religiosa, che rappresenta per molti pazienti un elemento essenziale di senso e di serenità della vita, ancora più urgente nella fragilità dovuta alla malattia. Per la Chiesa, i malati sono persone nelle quali in modo speciale è presente Gesù, che si identifica in loro quando dice: «Ero malato e mi avete visitato» (Mt 25,36). In tutto il suo ministero, Gesù è stato vicino ai malati, li ha accostati con amorevolezza e tanti ne ha guariti. Incontrando il lebbroso che gli chiede di essere sanato, stende la mano e lo tocca (cfr Mt 8,2-3). Non ci deve sfuggire l’importanza di questo semplice gesto: la legge mosaica proibiva di toccare i lebbrosi e vietava loro di avvicinarsi ai luoghi abitati. Gesù però va al cuore della legge, che trova il suo compendio nell’amore del prossimo, e toccando il lebbroso riduce la distanza da lui, perché non sia più separato dalla comunità degli uomini e percepisca, attraverso un semplice gesto, la vicinanza di Dio stesso. Così, la guarigione che Gesù gli dona non è solo fisica, ma raggiunge il cuore, perché il lebbroso non solo è stato guarito ma si è sentito anche amato. Non dimenticatevi della “medicina delle carezze”: è tanto importante! Una carezza, un sorriso, è pieno di significato per il malato. È semplice il gesto, ma lo porta su, si sente accompagnato, sente vicina la guarigione, si sente persona, non un numero. Non dimenticatelo. Stando con i malati ed esercitando la vostra professione, voi stessi toccate i malati e, più di ogni altro, vi prendete cura del loro corpo. Quando lo fate, ricordate come Gesù toccò il lebbroso: in maniera non distratta, indifferente o infastidita, ma attenta e amorevole, che lo fece sentire rispettato e accudito. Facendo così, il contatto che si stabilisce con i pazienti porta loro come un riverbero della vicinanza di Dio Padre, della sua tenerezza per ognuno dei suoi figli. Proprio la tenerezza: la tenerezza è la “chiave” per capire l’ammalato. Con la durezza non si capisce l’ammalato. La tenerezza è la chiave per capirlo, ed è anche una medicina preziosa per la sua guarigione. E la tenerezza passa dal cuore alle mani, passa attraverso un “toccare” le ferite pieno di rispetto e di amore. Anni fa, un religioso mi confidò che la frase più toccante che gli era stata rivolta nella vita era quella di un malato, che egli aveva assistito nella fase terminale della sua malattia. “La ringrazio, padre – gli aveva detto – perché lei mi ha sempre parlato di Dio, pur senza nominarlo mai”: questo fa la tenerezza. Ecco la grandezza dell’amore che rivolgiamo agli altri, che porta nascosto in sé, anche se non ci pensiamo, l’amore stesso di Dio. Non stancatevi mai di stare vicini alle persone con questo stile umano e fraterno, trovando sempre la motivazione e la spinta per svolgere il vostro compito. Siate anche attenti, però, a non spendervi fino quasi a consumarvi, come accade se si è coinvolti nel rapporto coi pazienti al punto da farsi assorbire, vivendo in prima persona tutto ciò che accade loro. Quello che svolgete è un lavoro usurante, oltre che esposto a rischi, e un eccessivo coinvolgimento, unito alla durezza delle mansioni e dei turni, potrebbero farvi perdere la freschezza e la serenità che vi sono necessarie. State attenti! Un altro elemento che rende gravoso e talora insostenibile lo svolgimento della vostra BOLLETTINO N. 0166- 03.03.2018 3 professione è la carenza di personale, che non può giovare a migliorare i servizi offerti, e che un’amministrazione saggia non può intendere in alcun modo come una fonte di risparmio. Consapevole del compito così impegnativo che svolgete, colgo l’occasione per esortare i pazienti stessi a non dare mai per scontato quanto ricevono da voi. Anche voi, malati, siate attenti all’umanità degli infermieri che vi assistono. Chiedete senza pretendere; non solo aspettatevi un sorriso, ma anche offritelo a chi si dedica a voi. A questo proposito, un’anziana signora mi ha raccontato che, quando si reca in ospedale per le cure di cui ha bisogno, è così grata ai dottori e agli infermieri per il lavoro che svolgono, che cerca di mettersi elegante e di farsi bella per dare a sua volta qualcosa a loro. Nessuno quindi dia per scontato quanto gli infermieri fanno per lui o per lei, ma nutra sempre per voi il senso di rispetto e gratitudine che vi è dovuto. E con il vostro permesso, io vorrei rendere omaggio a un’infermiera che mi ha salvato la vita. Era un’infermiera suora: una suora italiana, domenicana, che è stata inviata in Grecia come professoressa, molto colta... Ma sempre come infermiera poi è arrivata in Argentina. E quando io, a vent’anni, ero in punto di morte, è stata lei a dire ai dottori, anche discutendo con loro: “No, questo non va, bisogna dare di più”. E grazie a quelle cose, io sono sopravvissuto. La ringrazio tanto! La ringrazio. E vorrei nominarla qui, davanti a voi: suor Cornelia Caraglio. Una brava donna, anche coraggiosa, al punto da discutere con i medici. Umile, ma sicura di quello che faceva. E tante vite, tante vite si salvano grazie a voi! Perché state tutto il giorno lì, e vedete cosa accade al malato. Grazie di tutto questo! Salutandovi, esprimo il mio auspicio che il Congresso, che terrete nei prossimi giorni, sia una fruttuosa occasione di riflessione, confronto e condivisione. Invoco su tutti voi la benedizione di Dio; e anche voi, per favore, pregate per me. E adesso – in silenzio, perché voi siete di diverse confessioni religiose – in silenzio preghiamo Dio, Padre di tutti noi, perché ci benedica. Il Signore benedica tutti voi, e i malati che voi accudite. Grazie!"

leggi tutto

Infermieri: leadership nel XXI secolo nell'assistenza. Campagna Oms e ICN "Nursing Now"

09/03/2018

Nuova campagna globale, denominata Nursing Now, per potenziare e supportare gli infermieri nell'affrontare le sfide sanitarie del XXI secolo. In collaborazione con l'Organizzazione mondiale della sanità e l'International Council of Nurses, Il Consiglio internazionale delle infermiere, Nursing Now ha come obiettivo quello di migliorare lo status, la leadership e il profilo dell'assistenza infermieristica Infermieri e ostetriche costituiscono la metà della forza lavoro sanitaria. Hanno un ruolo fondamentale da svolgere nel contribuire a raggiungere una copertura sanitaria universale. Per questo è stata lanciata dal 27 febbraio 2018 una nuova campagna globale, denominata Nursing Now, per potenziare e supportare gli infermieri nell'affrontare le sfide sanitarie del XXI secolo. In collaborazione con l'Organizzazione mondiale della sanità e l'International Council of Nurses, Il Consiglio internazionale delle infermiere, Nursing Now mira a migliorare lo status e il profilo dell'assistenza infermieristica e per consentire agli infermieri di affrontare le sfide sanitarie del XXI secolo. Nursing Now, spiega il sito tematico della campagna, proseguirà fino alla fine del 2020, il 200° anniversario della nascita di Florence Nightingale, anno in cui gli infermieri saranno celebrati in tutto il mondo. L’obiettivo, spiega ancora, è migliorare la percezione degli infermieri, migliorare la loro influenza e massimizzare il loro contributo per garantire che tutti abbiano accesso alla salute e all'assistenza sanitaria. Secondo la campagna Nursing Now ci sono molte organizzazioni in tutto il mondo che svolgono un ruolo importante nello sviluppo dell'assistenza infermieristica e ostetrica. La campagna vuole completarli e sostenerli, portando l'infermieristica in prima linea sul fronte della salute, consentendo agli infermieri di fare ancora di più per migliorare la salute a livello globale. “Ci concentriamo sull'assistenza infermieristica spiegano i promotori della campagna - ma Nursing Now include anche l'ostetricia dove le due professioni si sovrappongono - e molte infermiere sono anche ostetriche. Riconosciamo che le ostetriche affrontano le stesse pressioni degli infermieri e che il loro ruolo straordinariamente prezioso deve essere rafforzato e supportato se l’Universal Health Coverage (UHC, la copertura sanitaria universale) deve diventare una realtà”. La campagna prevede entro la fine del 2020 di raggiungere cinque obiettivi: 1. Maggiori investimenti per migliorare l'istruzione, lo sviluppo professionale, gli standard, la regolamentazione e le condizioni di lavoro per gli infermieri. • Tutti i paesi hanno piani per lo sviluppo infermieristico e ostetrico; • Aumento degli investimenti in tutti gli aspetti dell'assistenza infermieristica e ostetrica; • Più infermieri in formazione e occupazione, con evidenti progressi nell'eliminazione della carenza globale di 9 milioni di infermieri e ostetriche entro il 2030. 2. Maggiore e migliore diffusione di pratiche efficaci e innovative nell'infermieristica. • Le organizzazioni infermieristiche supportano collettivamente e in modo coordinato pratiche efficaci e innovazione utilizzate dagli infermieri e dai responsabili delle politiche di tutto il mondo. 3. Maggiore influenza per infermieri e ostetriche sulla politica sanitaria globale e nazionale, come parte di un più ampio sforzo per garantire che la forza lavoro della salute sia maggiormente coinvolta nel processo decisionale. • Tutte le politiche globali e nazionali in materia di salute e sanità riconoscono il ruolo dell'assistenza infermieristica nel raggiungimento dei propri obiettivi e includono piani per lo sviluppo dell'assistenza infermieristica. • Tutti i piani nazionali per la realizzazione di UHC formulano proposte specifiche per migliorare e sviluppare il ruolo degli infermieri come professionisti della salute più vicini alla comunità. 4. Più infermieri in posizioni di comando e maggiori opportunità di sviluppo a tutti i livelli. • Almeno il 75% dei paesi ha un infermiere con responsabilità di governo come parte della squadra di alta gestione in materia di salute. • Più programmi di leadership senior per infermieri. • La creazione di una rete globale di leadership infermieristica. 5. Fornire ai responsabili politici e decisionali riferimenti per comprendere dove l'infermieristica può avere il maggiore impatto, cosa impedisce agli infermieri di raggiungere il loro pieno potenziale e come affrontare questi ostacoli. • Uno studio fondamentale sull'impatto economico dell'assistenza infermieristica. • Articoli sull'influenza dell'assistenza infermieristica su riviste peer-review. • Rete globale coordinata per la ricerca sull'assistenza infermieristica. “Nursing Now - spiegano i promotori della campagna - si occupa di consentire agli infermieri di apportare un contributo ancora maggiore al miglioramento della salute in futuro. Nel XXI secolo vedremo più comunità e servizi a domicilio, una migliore tecnologia e la cura più olistico e centrato sulla persona e gli infermieri saranno in prima linea in questi cambiamenti”.

leggi tutto

FNOPI: entra in vigore la legge Lorenzin: addio IPASVI da oggi c'è la Fnopi

15/02/2018

Da oggi la Federazione nazionale dei Collegi Ipasvi non c’è più e al suo posto arriva la Fnopi, Federazione nazionale degli Ordini delle professioni infermieristiche. E’ il primo effetto immediato dell’entrata in vigore della legge 3/2018 (legge “Lorenzin”). Si cancella da oggi anche l’uso del nome “infermieri professionali” e vigilatrici di infanzia: gli infermieri sono infermieri e basta e le ex vigilatrici di infanzia sono gli infermieri pediatrici”, spiega la presidente Fnopi Barbara Mangiacavalli. Certo, indubbiamente quella del nome non è l’unica novità che caratterizza l’entrata in vigore del provvedimento. “La nostra Federazione – spiega Mangiacavalli - passa da Federazione nazionale dei Collegi Ipasvi a Federazione nazionale degli Ordini delle professioni infermieristiche (Fnopi), la più grande d’Italia con i suoi oltre 440mila iscritti. E i Collegi provinciali sono Ordini provinciali delle professioni infermieristiche: Opi”. “La tutela ordinistica favorirà non solo i professionisti – aggiunge - ma anche gli stessi cittadini, offrendo armi efficaci ad esempio contro l’abusivismo, che infanga l’operato di centinaia di migliaia di professionisti e pone a rischio la salute degli assistiti. E’ l’elemento forte della trasformazione dei Collegi in Ordini la tutela dell’assistito che si ottiene vigilando affinché l’iscritto abbia titolo al contatto diretto con lui, anche, in caso, con l’esercizio della magistratura interna. Quindi il controllo sui comportamenti deontologici e professionali: si lavora per una sorta di accreditamento periodico anche in termini di competenza dei professionisti. Non basta essere iscritto all’Ordine se poi l’iscrizione diventa un mero titolo di cui fregiarsi senza rivedere preparazione, formazione e competenza. Va introdotto un percorso di accreditamento periodico professionale e continuativo che gli Ordini posso a pieno titolo verificare”. La prima differenza sostanziale è essere da oggi non più enti ausiliari, ma sussidiari dello Stato. Nel primo caso gli Ordini non svolgono una funziona amministrativa attiva, ma solo una funzione di iniziativa e di controllo. Nel secondo caso, quello della nuova legge, in base al principio di sussidiarietà, possono svolgere compiti amministrativi in luogo e per conto dello Stato. In questa veste ad esempio la legge stabilisce che vigilino sugli iscritti agli albi – e l’iscrizione è obbligatoria a qualunque titolo la professione sia svolta - in qualsiasi forma giuridica svolgano la loro attività professionale, compresa quella societaria, irrogando direttamente sanzioni disciplinari secondo la volontarietà della condotta, la gravità e nel caso il fatto di aver ripetuto l’illecito. Cambia il codice penale: aumentano pesantemente le sanzioni per gli abusivi a tutela della professione e dei cittadini e per la responsabilità professionale si confermano le norme della legge Gelli (legge 24/2017).

leggi tutto

Fnopi sul contratto: la circolare della Federazione Nazionale firmata dalla Presidente Barbara Mangiacavalli

15/02/2018

La Federazione nazionale degli infermieri interviene sul braccio di ferro Governo-sindacati per il rinnovo – dopo dieci anni di assenza – del contratto delle professioni sanitarie, di cui gli infermieri rappresentano oltre il 75 per cento della forza lavoro. L'OPI (Ordine Professioni Infermieristiche) di Sassari sostiene tutte le iniziative che i sindacati e le associazioni infermieristiche riterranno di mettere in atto a tutela della dignità del professionista infermiere volte a garantire indirettamente la salute del cittadino.

leggi tutto

Il Papa riceve gli infermieri in udienza privata - 3 Marzo 2018

25/01/2018

Il 3 Marzo 2018 alle ore 12 Papa Francesco riceverà una delegazione degli infermieri guidata dalla Federazione Nazionale in udienza privata. I posti sono limitati, se interessati, contattare il nostro Collegio telefonicamente o via mail. LE ADESIONI SCADRANNO IMPROROGABILENTE IL 30 GENNAIO 2018

leggi tutto

Chiusura ufficio per festività Natalizie

18/12/2017

Informiamo il gentile pubblico che il Collegio resterà chiuso dal 23 Dicembre 2017 al 02 Gennaio 2018, riaprirà regolarmente il 3 Gennaio 2018Auguriamo a tutti voi e alle vostre famiglie

leggi tutto

RINNOVO CONSIGLIO DIRETTIVO E REVISORI DEI CONTI

27/11/2017

Il Collegio Ipasvi di Sassari, Olbia e Tempio, dopo l’esito delle elezioni svoltesi il 17/18 e 19 Novembre, rinnova il suo Direttivo e il Collegio dei Revisori dei Conti. Vengono eletti: Presidente Piero Bulla, Vicepresidente Miriam Ada Porcu, Segretario Gianluca Chelo, Tesoriere Roberto Tola e Presidente dei Revisori dei Conti Pier Gianni Piga. Il Consiglio Direttivo si compone poi dei Consiglieri: Letizia Contini, Sonia Desiderio, Nicola Lezzeri, Maria Sara Madeddu, Marco Mura, Alessandro Nasone, Margherita Nurra, Pier Paolo Paoni, Rita Rugg